Send to a friend Stampa
Indietro

La fabbricazione su tavola piana

La fabbricazione su tavola piana è la più utilizzata.
Le principali tappe di fabbricazione della carta su tavola piana sono:

1. le fibre vengono mescolate all'acqua in un maceratoio;

2. il composto fibroso viene raffinato, vale a dire che le fibre subiscono un trattamento volto a migliorare le caratteristiche meccaniche e l'affinità tra loro;

3. il composto, o pasta, viene versato su una grande tela orizzontale detta "tavola di formazione". Le fibre si incrociano sulla tela e, dopo che l'acqua è colata, formano il foglio;

4. l'acqua viene progressivamente eliminata dalla gravità e poi da mezzi di aspirazione sotto la tela. È in questa fase che alcuni fogli vengono marchiati da un rullo con motivo in rilievo che lascia il marchio inciso nel foglio: vergature (carta vergata), filigrane;

5. il foglio ha eliminato abbastanza acqua perché lo si possa adagiare su un feltro in lana o in tessuto sintetico, che trasmetterà la grana alla carta. La carta passa quindi nelle presse costituite da cilindri riscaldati a vapore (essiccatoio) dove eliminerà altra acqua;

6. per migliorare la superficie della carta, una macchina chiamata "size-press" stende uno strato di gelatina sulla superficie della carta. Questo strato conferisce alla superficie della carta le sue definitive caratteristiche;

7. la carta passa nuovamente nell'essiccatoio per eliminare l'acqua residua grazie al contatto con cilindri riscaldati a vapore;

8. alla fine della fabbricazione, la carta viene arrotolata su una bobina chiamata "bobina madre". A seconda della qualità e della grammatura della carta e delle caratteristiche nonché della grammatura della macchina da carta, questa bobina può pesare da qualche centinaia di chilogrammi a qualche decina di tonnellate!

 

Leggi il seguito :

- La fabbricazione tradizionale: la forma rotonda